Un giorno perfetto

by

Ore 7 – Pierluigi Bersani si sveglia con il jingle della Coop. Chiama D’Alema, che lo rassicura. Non è stato un sogno. Una giornata da Segretario del PD lo aspetta.

Ore 7.30 – Colazione con i Tegolini della Coop Costruttori. Legge i giornali e comincia a farsi un’idea dell’agenda politica. Chiama D’Alema, che gliela butta all’aria per fargli capire chi comanda.

Ore 8 – Sotto casa lo aspetta il fidato autista Mario, già partigiano nella Brigata Garibaldi. Bersani si siede alla guida perché Mario non ci vede quasi più ed è sordo. Mette in moto la Fiat 131 e si avvia verso l’ufficio.

Ore 9 – Primo incontro della giornata con i gruppi della sinistra radicale, alla ricerca di una convergenza. Mario capisce male e porta la 131 dal gommista. Intanto arrivano le delegazioni della sinistra radicale, ma solo i primi quindici gruppi trovano posto al tavolo. I Verdi provano a scindersi per approfittare degli spazi rimasti.

Ore 10 – Intervista del neo-segretario a Mattino Cinque. Per un guasto tecnico la voce di Bersani viene coperta dalle pernacchie del film “Pierino contro tutti”. Brachino si scusa ma rivendica anche l’importanza del cinema italiano degli anni Settanta.

Ore 11 – Incontro con una delegazione dell’UDC per trovare terreni comuni. Rutelli, indeciso sulla parte del tavolo nella quale sedersi, lascia entrambe i partiti e se ne va. Casini e Bersani d’accordo sulla gran parte dei temi all’ordine del giorno, grazie anche all’intervento della Bindi in veste di interprete. Buone prospettive per un’alleanza di governo, realizzabile non appena gli alieni rapiranno Berlusconi.

Ore 12 – Aperitivo con i giornalisti parlamentari. Feltri, non invitato, reagisce con un durissimo editoriale contro gli spritz. Poi sparge la voce che nella coda per le tartine Curzio Maltese avrebbe toccato il culo alla De Gregorio. E il Giornale esce in edizione straordinaria.

Ore 13 – Pranzo ufficiale al Quirinale, preceduto da un incontro molto riservato nel quale Napolitano e Bersani, certi di non essere sentiti da nessuno, si chiamano “compagno”. A tavola Bersani trova il suo posto occupato da D’Alema. Napolitano anche.

Ore 14 – Pomeriggio di lavoro per costruire un’alternativa in grado di battere il centrodestra, nel primo universo parallelo ove sia possibile. Incontro con Di Pietro, che nota che PD è l’inverso delle sue iniziali e ride. Con lui Rutelli, finito per errore nell’IdV mentre cercava il grande centro.

Ore 16 – La prevista visita del neo-segretario del PD a una piccola impresa della periferia romana salta per l’improvviso fallimento della stessa. Bersani coglie l’occasione per sottolineare la fragilità del tessuto produttivo italiano e si tocca i maroni. D’Alema, informato telefonicamente, devolve un tangone alle famiglie degli operai.

Ore 17 – Continuano gli incontri in vista delle nuove alleanze elettorali. E’ il turno del Sudtiroler VolksPartei, che ottiene l’autonomia dell’Alto Adige, e della Lista Pensionati, per i quali Bersani pretende che il posto da capolista venga riservato all’autista Mario. Che, commosso, si piscia addosso.

Ore 18.30 – Amichevole incontro con il premier Silvio Berlusconi, che rivolge a Bersani auguri per un radioso futuro alla guida del PD. Almeno lui può continuare a vincere in pace.

Ore 20.00 – Cena alla Bocciofila “Toninho Cerezo” della Garbatella. A Bersani, festeggiato dai compagni, scappa un pugno chiuso che maschera fingendo di aver preso una mosca. In un tavolo, discosto, beve da solo Rutelli.

Ore 22.00 – Puntata speciale di Porta a Porta sull’elezione di Bersani. Ospiti La Russa, Calderoli, Alessandra Mussolini, Valeria Marini e il cane Rex. In collegamento telefonico il segretario del PD, ma cade quasi subito la linea.

Ore 24.00 – Bersani prova a prendere sonno rileggendo il suo decreto sulle liberalizzazioni ma la moglie farmacista si altera. Un’occhiata al telefonino per l’ultimo sms di D’Alema. Buonanotte, segretario.

Annunci

6 Risposte to “Un giorno perfetto”

  1. amatamari Says:

    Fantastico!
    🙂

  2. nacci Says:

    Notevole! Complimenti!

  3. e. Says:

    fantastico!!

  4. genoma Says:

    Bersani sceglie una piccola impresa tessile di Prato per il suo primo comizio da segretario. Ma appena saputo che si trovava all’interno di una orditura si è insospettito ed è subito salito all’impiedi sulla sedia assegnatale perchè non si può mai sapere…meglio tenersela stretta!

  5. Alesandro Says:

    Davvero spassosissimo e di ridere ce n’era proprio bisogno!

  6. Spunta l’alba di un nuovo giorno « La Casa Dei Giochi Says:

    […] l’alba di un nuovo giorno By corrado E sarà un giorno difficille, per il nostro nuovo […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: