Archive for agosto 2010

Conversioni a gettone

30 agosto 2010

Franco Frattini respinge le accuse per avere ricevuto Gheddafi: «Credevo fosse Tony Santagata».

Per festeggiare il secondo anniversario del trattato di amicizia tra Italia e Libia, l’aviazione francese abbatterà un aereo di linea su Ustica. Per rendere più spettacolare l’evento il velivolo cadrà su un barcone di clandestini.

Sfortunato episodio all’aeroporto: all’aereo presidenziale è stata messa la scaletta.

Assoldate 500 hostess per una conferenza sul Corano: il discorso del colonnello è stato così persuasivo che due di loro hanno soffocato i genitori nel sonno, una ha sgozzato il tassista e sedici hanno torturato la colf.

In realtà tre delle ragazze si sono effettivamente convertite. Gheddafi ha officiato un rito velocizzato per regolarizzare la loro scelta. Poi si è chiuso la patta ed è tornato a sparare cazzate in attesa di fottersi anche Unicredit, Telecom, Terna, Finmeccanica, Impregilo, Generali e l’Eni.

Che poi, se ci pensi, Veltroni è peggio

29 agosto 2010

Abbaglio di Bersani sull’entusiasmo scatenato dal Nuovo Ulivo: gli è sfuggito il particolare che per mettere a frutto un ulivo ci vogliono trent’anni.

Nel frattempo il simpatico Pierluigi ha anche dichiarato: «il governo non arriva alla fine della legislatura». Detto da uno che non arriva a Natale è esilarante.

Nell’orgasmo di questa idea esaltante, Bersani tende una mano anche a Fini. Pare che Fini non si sia mosso dalla riva e lo abbia lasciato passare.

L’unico che sembra averlo preso sul serio è Casini: che poi è solo una mossa per rendergli la Binetti.

Tremonti for President

26 agosto 2010

Giulio Tremonti a Rimini cita nello stesso discorso Berlinguer e Berlusconi. Entrambi si sono rivoltati nella tomba.

Ciné-Ratatouille

25 agosto 2010

Ogni politico ha il suo film preferito. Tipo:

Italo Bocchino: L’ammucchiata selvaggia
Silvio Berlusconi: Un ventennio da Dio
Gianfranco Fini: Appartamenti serpenti
Pierferdinando Casini: Questo ragazzo è di tutti
Umberto Bossi: Il viale del Tremonti
Denis Verdini: La riffa e l’arraffa
Pierluigi Bersani: Il Parlamento può attendere

Continui chi può…

Dieci cose che può fare Berlusconi per non andare a elezioni anticipate (seguite dagli appunti manoscritti a mano da lui medesimo personalmente)

23 agosto 2010
  1. Allearsi con Franceschini (è carino come Fini, ma almeno di politica non capisce un cazzo)
  2. Trovare il punto debole di Bocchino (consultare la Carfagna)
  3. Chiedere a Bossi la tabellina del 3 (di solito a 9 gli scatta la sincope)
  4. Evitare il logoramento da parte dei finiani (ordinare duecento casse di Cynar)
  5. Sposare una figlia di Casini (stavolta intestarle solo un appartamento a Novedrate e impuntarsi sulla separazione dei beni)
  6. Far scrivere a Feltri che Di Pietro ha chiesto soldi a Verdini per andare a trans (la prossima volta aspettare che Marrazzo si candidi alla guida del Pd)
  7. Sostituire Bondi con Alfonso Signorini (tanto la cultura a puttane c’è già andata e da coordinare ormai ci sono solo le cravatte di Bonaiuti)
  8. Chiedere a Tremonti la tabellina del 3 (fino a 6 ha suggerito a Bossi, poi si è stizzito perché lo interrompevano di continuo)
  9. Mettere una testa di cavallo nel letto di Napolitano (dedicarla a Vittorio Mangano)
  10. Stilare una lista di finiani recuperabili (mandarla via sms a Quelli che il calcio)

Weakyleaks

21 agosto 2010

Julian Assange, fondatore di Wikileaks, accusato di duplice stupro. O almeno così sostengono alcune fonti che vorremmo restassero anonime.

(In realtà è stata decisiva per l’incriminazione l’ultima testimonianza di Cossiga.)

Solo alcuni giorni fa la pubblicazione di oltre settantamila files segreti della CIA. Poi ha dovuto scegliere tra una rosa di possibili cose che gli potevano accadere.

Lapidario #2

17 agosto 2010

Francesco Cossiga, una vita tra le alte cariche.

oppure

Francesco Cossiga, lascia un cratere nel cuore degli italiani.

Prossimamente

17 agosto 2010

Cossiga muore, portando con sé molti dei grandi segreti italiani. Per Satana si prospetta un autunno per nulla noioso.

E quando dovranno decidere il contrappasso, Moro deciderà di non trattare.

Personalmente credo che Cossiga sia uno dei migliori Presidenti della Repubblica che abbiamo avuto. Specie se penso ai prossimi tre.

Lapidario

17 agosto 2010

Evasi 4,6 miliardi di euro da coloro che hanno chiesto e ottenuto il condono fiscale “tombale” per le evasioni precedenti al 2002. In attesa di un condono del condono, si fa strada la proposta di metterci una pietra sopra.

Siena: tragedia alla cena delle contrade. Il capo-delegazione della gemellata Avignone è morto per il crollo di un cornicione. Guelfo.

Alemanno introduce la tassa sui cortei. Si annunciano funerali alla spicciolata.

Il testamento del Mostro (con la K)

12 agosto 2010

Francesco Cossiga è stato un ragazzo precoce: diplomato a 17 anni, laureato a 20, a 30 era già sottosegretario alla difesa. Non solo, è stato il più giovane Presidente del Senato e il più giovane Presidente della Repubblica.
Logico che anche nel momento della malattia questa precocità si manifesti nella pubblicazione di parecchi necrologi, nei quali vi sono tuttavia numerosi omississ. Tipo la data della morte.

Ovviamente anche l’apertura del testamento è stata anticipata:

Il Gladio a Giulio Andreotti, anche se non è stato reso noto dove K gli suggerisca di ficcarselo.
Il Piccone a Gianfranco Fini, sia per autodifesa che per demolire la casa di Montecarlo e far sparire le prove.
Il Memoriale di Moro, da cui potrebbe essere tratto un film, a Moretti (Mario), per via della comproprietà intellettuale sui diritti d’autore.
Le cassette con tutte le puntate di Beautiful ad Alfonso Signorini, purché le faccia vedere a Gasparri. Spiegandogliele.
La Costituzione, copia rilegata con lembo della toga del giudice Livatino, a Silvio Berlusconi, per ricordargli che qualche politico potrebbe usarla anche per il bene comune.