Posts Tagged ‘Libia’

Dieci cose che capiteranno in un futuro prossimo, quando saremo invasi dai libici

3 marzo 2011

1) Il Papa dirà che la poligamia va bene, ma non quella tra gay

2) Qualcuno avrà nostalgia dei rumeni

3) Dalla De Filippi aggiungeranno alla squadra blu e a quella bianca anche la squadra marroncina

4) Verrà approvato il federalismo etnico

5) Gheddafi ci chiederà dei soldi perché gli abbiamo rubato il popolo

6) Berlusconi glieli darà

7) Ogni città avrà un minareto, ma il muezzin potrà intonare solo canzoni di Albano

8 ) Il governo accelererà i progetti per il ponte di Bengasi

9) Il candidato del PD alle primarie verrà battuto da un cammello

10) Vincerà comunque la Lega, per arginare quei terroni del Ciad

Annunci

Questo è un paese per Nilla Pizzini

2 marzo 2011

Il Sig. B. non può permettersi un cellulare: lo spiano. Molto meglio affidarsi ai cari, vecchi pizzini, dice.
Non solo.
Da vero paladino della morale e del libero mercato ha sentenziato: “niente adozioni, cari single, se volete avere a che fare con delle minori le pagate anche voi, come tutti”
Che poi, il Signor B. che difende i valori tradizionali della famiglia è credibile come Steve Jobs che parla bene di Windows 95.

Intanto non diminuisce l’allarme immigrazione. Non solo da Tunisia, Egitto e Libia si paventa un esodo biblico, ma i venti di rivolta in Cina fanno temere addirittura l’Apocalisse: fatte le debite proporzioni, Frattini si attende dal lontano oriente un’ondata migratoria di nove miliardi di persone, ma anche di più. Pare che comunque la maggior parte saranno assorbiti alle prossime primarie dal Pd di Napoli.

Ieri sera

24 febbraio 2011

Ieri sera Bossi ha detto che ormai se lo sente in tasca. E io spero parlasse del federalismo.

Ieri sera il TG1 ha detto che Prodi era amico di Gheddafi. Ma non abbastanza, perchè il bunga bunga l’ha insegnato a quell’altro.

Ieri sera hanno mostrato le fosse comuni di Tripoli e qualcuno ha smarcato i nomi dalle previsioni degli arrivi.

The times they are a’changing

24 febbraio 2011

La malinconia per la caduta di questi dittatori che coniugavano figa e islam. Ora vengono gli ayatollah, e non si scopa più.

Epocale

24 febbraio 2011

Prima dovevano essere diecimila, poi trecentomila, poi ieri hanno previsto l’emigrazione di un milione e mezzo di persone.
Qualcuno dica a Frattini che i libici sono sei milioni, e qualcuno deve rimanere a spegnere le luci.

Ciao, sono io

23 febbraio 2011

Pronto, vorrei parlare con Muhamm… ah, sei te? scusa non ti riconoscevo, mamma mia che voce hai… si lo so che c’è casino… lo dicono i telegiornali, noooo non i miei, tranquillo, i miei intervistano Frattini e dicono che lì è un posto bellissimo per fare le vacanze… no, non posso obbligare Minzolini a dirlo però, quest’anno gli ho già chiesto abbastanza favori… dai, dimmi un po’ come va… sì ma non urlare… non urlare che non sono sordo… come dici? ratti drogati con le pillole?… mi sembra un po’ una cazzata ma non è male… magari la uso… senti, lo sai che non è vero che gli abbiamo dato i razzi, eh… no, non urlare… te lo giuro, ma ti pare che io do i razzi per far sì che l’America vi conquisti… che anche questa è una cazzata ma magari la uso, metto magistratura al posto di America… sì, scusa, ti ascolto.. non dire che non siamo amici, cribbio, non lo dire… che per ospitarti in quel modo, le tende, i cavalli, mi stanno ancora prendendo per il culo in mezzo mondo… ah, a proposito, la storia del bunga bunga è venuto fuori un casino… ah, lo sai? come fai a saperlo?… prendete Annozero?… non c’è un cazzo da ridere, sai… non è che te stai messo meglio… non urlare, perfavore… e non li abbiamo dati noi i razzi, non lo dire più, non lo dire più… senti, ora ti lascio, che gli devo dire a Obama… no, a parte vaffanculo eccetera, dico che ti dimetti?… ah, combatti fino alla morte?… beh, un po’ ti capisco, sai… a proposito, un attimo, non buttare giù… quando hai detto che comanderai il Nordafrica e il Sudamerica eri serio?… perchè nel caso a me interessa la Guyana… ok ciao… va bene, riguardarti, non ti disturbo oltre, ciao

Ciao sono io…

19 febbraio 2011

Silvio B. è preoccupato per Gheddafi e non lo chiama per non disturbarlo. Sa che sbagliare mira è un attimo.